Ota Weinberger, Neil MacCormick e il neo-istituzionalismo giuridico