La chirurgia “SOTTO IL GINOCCHIO” della severa patologia aterosclerotica nel paziente diabetico*