Uno sguardo oltre il "non-luogo" del tempo della globalizzazione